Trallallero
Festival
Festival internazionale di teatro e cultura per le nuove generazioni

Edizione 2021

Artegna (UD)
da venerdì 8 a domenica 17 ottobre 2021

Search here:
 

luoghi

Trallallero si riconosce fortemente con il proprio territorio.

Ogni ospite del festival, bambino o adulto, viene accolto con cura e attenzione personale affinchè possa vivere l’esperienza artistica all’interno di un contesto più ricco: il paesaggio, la storia, la gastronomia, l’architettura… Di Trallallero ce n’è uno solo, in Friuli, da Teatro al Quadrato.

Non solo Artegna!

Trallallero è la piazza di Artegna dove gli attori interagiscono con le famiglie e non si perde neanche un bambino perché è tutto lì: teatro, sala consiliare, scuole, biblioteca. Quest’anno il Festival si allargherà anche a Tarcento, Magnano in Riviera e Nimis.

Trallallero è la piazza di Artegna dove gli attori interagiscono con le famiglie e non si perde neanche un bambino perché è tutto lì: teatro, sala consiliare, scuole, biblioteca. Quest’anno il Festival si allargherà anche a Tarcento, Magnano in Riviera e Nimis.

Spettacolo di panorama

È il colle di San Martino, con il castello Savorgnan scenario delle inaugurazioni e degli eventi espositivi e il parco archeologico, usato per spettacoli e letture all’aperto, dove il primo spettacolo è il panorama.

Cous cous e frico

è il pranzo in teatro, col catering dell’osteria di paese, che abbina il cous cous al frico e soddisfa tutti,

Tiramisù e vino

è il ristorante dove si tira tardi la sera tra una fetta di tiramisù e un bicchiere di vino.

Autoservizi

è l’azienda di autoservizi locale che impiega ogni mezzo e autista per traghettare scolaresche da Gemona, Montenars, Buja, Trasaghis, Treppo Grande, Magnano in Riviera, Pagnacco, Osoppo, Moggio, Tarcento, Venzone, Resia, Lusevera, Nimis, Taipana…

dai bambini di 3 anni ai tredicenni, che poi si ritrovano tutti a fare merenda in piazza dopo lo spettacolo.

Trallallero è anche

l’operatore che ti dice:
“mia moglie ha fatto la volontaria a Gemona durante il terremoto. È distante?” Allora lo porti a vedere il duomo, il castello ricostruito e il museo del terremoto.

Poco importa se si perde uno spettacolo, tanto avrà modo di vederne chissà quanti altri in uno di quei festival che arrivano a programmarne fino a otto in un giorno solo.

È suggerire alle famiglie

di farsi anche una bella passeggiata dopo lo spettacolo, per salire sul Colle di San Martino a godersi il panorama, andare a scoprire le chiese di Santo Stefano e San Leonardo o il Parco delle Rose, perché qui da noi, per fortuna, ogni piccolo luogo nasconde i suoi tesori.

it_ITItalian